Benvenuto a GIANTmicrobes!

Diabete Cellule Beta - Insulina (β cells)

Le cellule beta pancreatiche producono l’insulina che favorisce la regolazione dei livelli di glucosio nell’organismo. Impara a conoscere come funzionano e che cosa succede quando funzionano male.

Ogni cellula contiene un ormone insulinico modellato come una vera molecola insulinica!

FATTI: Le cellule beta pancreatiche producono l’insulina che favorisce la regolazione dei livelli di glucosio nell’organismo. Quando i livelli di zucchero nel sangue aumentano, le cellule beta rilasciano insulina che provoca l’assorbimento dello zucchero in eccesso da parte delle cellule muscolari e adipose. Di conseguenza, i livelli di glucosio tornano normali e lo zucchero viene immagazzinato come riserva energetica cellulare per uso futuro.

Tuttavia, se le cellule beta sono danneggiate, la produzione di insulina risulta anomala. Il diabete di Tipo 1 è considerato il risultato di una risposta autoimmune in cui è lo stesso sistema immunitario ad attaccare le cellule, distruggendole. In questo caso, dato che l’organismo non è più in grado di produrre insulina e di ridurre i livelli di glucosio, ecco che questi aumentano. Di conseguenza, aumenta la richiesta di liquido, con frequente bisogno di urinare perché l’organismo è impegnato a ridurre i livelli di glucosio. (Ricordiamo che il glucosio in eccesso conferisce un sapore dolce alle escrezioni acquose, ed era proprio questo nel passato il metodo classico per diagnosticare il diabete ...)

Anche quando le cellule beta funzionano bene, può manifestarsi il diabete se le cellule lipidiche e muscolari non riescono più a rispondere efficacemente all’insulina o in caso di produzione insufficiente della stessa. Il diabete di Tipo 2 è la forma più diffusa e in genere si manifesta negli adulti.

Fortunatamente, però, il diabete di Tipo 2 può essere gestito modificando la dieta, facendo movimento e, in alcuni casi, assumendo farmaci. Va notato che se il diabete di Tipo 1 richiede una regolare somministrazione di insulina, i rapidi sviluppi in termini di meccanismi di monitoraggio e trattamento hanno migliorato decisamente la vita delle persone diabetiche. Dal canto suo, anche la ricerca biologica è impegnata a trovare modi per riparare le cellule beta danneggiate e curare il diabete una volta per tutte!

Copyright © 2014 Giantmicrobes, Inc. All Rights Reserved.

  • Diabetes Beta Cell cluster
  • Diabetes Beta Cell plush doll
  • Diabete Cellule Beta - Insulina (β cells) under a microscope!
Size Specs
Prices include 20% VAT

Sizes:


Diabete Cellule Beta - Insulina (β cells) Diabete Cellule Beta - Insulina (β cells) GMEU-PD-0061
14,50 €
- +

Product Details

Informazioni Aggiuntive

Sizes Giantmicrobes are based on actual microbes, cells, organisms and other critters, only 1,000,000 times actual size!
Gigantic (GG) 40-60cm
XL (XL) 25-38cm
Original (PD) 12-20cm
Minis (MM) 5-10cm each
Keychain (KC) 5-10cm with clip
Materials Plush from all new materials. Stuffed with polyester fiber fill. Surface washable: sponge with water & soap, air dry.
Confezione Each plush microbe includes a printed card with fun, educational and fascinating facts about the actual microbe or cell.
Safety Every product meets or exceeds U.S. and European standards for safety. For ages 3 and up.

All about Diabete Cellule Beta - Insulina (β cells)

FATTI: Le cellule beta pancreatiche producono l’insulina che favorisce la regolazione dei livelli di glucosio nell’organismo. Quando i livelli di zucchero nel sangue aumentano, le cellule beta rilasciano insulina che provoca l’assorbimento dello zucchero in eccesso da parte delle cellule muscolari e adipose. Di conseguenza, i livelli di glucosio tornano normali e lo zucchero viene immagazzinato come riserva energetica cellulare per uso futuro.

Tuttavia, se le cellule beta sono danneggiate, la produzione di insulina risulta anomala. Il diabete di Tipo 1 è considerato il risultato di una risposta autoimmune in cui è lo stesso sistema immunitario ad attaccare le cellule, distruggendole. In questo caso, dato che l’organismo non è più in grado di produrre insulina e di ridurre i livelli di glucosio, ecco che questi aumentano. Di conseguenza, aumenta la richiesta di liquido, con frequente bisogno di urinare perché l’organismo è impegnato a ridurre i livelli di glucosio. (Ricordiamo che il glucosio in eccesso conferisce un sapore dolce alle escrezioni acquose, ed era proprio questo nel passato il metodo classico per diagnosticare il diabete ...)

Anche quando le cellule beta funzionano bene, può manifestarsi il diabete se le cellule lipidiche e muscolari non riescono più a rispondere efficacemente all’insulina o in caso di produzione insufficiente della stessa. Il diabete di Tipo 2 è la forma più diffusa e in genere si manifesta negli adulti.

Fortunatamente, però, il diabete di Tipo 2 può essere gestito modificando la dieta, facendo movimento e, in alcuni casi, assumendo farmaci. Va notato che se il diabete di Tipo 1 richiede una regolare somministrazione di insulina, i rapidi sviluppi in termini di meccanismi di monitoraggio e trattamento hanno migliorato decisamente la vita delle persone diabetiche. Dal canto suo, anche la ricerca biologica è impegnata a trovare modi per riparare le cellule beta danneggiate e curare il diabete una volta per tutte!

Copyright © 2014 Giantmicrobes, Inc. All Rights Reserved.

Back to top